Buone feste dei nostri protettori Santi Romano e Tolomeo

I FESTEGGIAMENTI PATRONALI DEDICATI AI SANTI TOLOMEO E ROMANO.
Ogni anno a Nepi, da secoli, si festeggia la memoria del martirio dei Santi Tolomeo e Romano e dei loro 38 discepoli. Ciò è documentato negli atti della Chiesa Nepesina dove si legge che essa onora i propri martiri, discepoli di S. Pietro, vittime dell’Imperatore Claudio. La loro celebrazione avviene il 23 – 24 e 25 agosto di ogni anno, da più di oltre cento anni.
Il Santuario, oggi in disuso, è meglio noto come “ Catacomba di Santa Savinilla”, ed è situato nelle vicinanze dell’odierno cimitero di Nepi.
Il primitivo tempio, edificato sulle tombe dei due martiri intorno all’anno 1000 sui resti di una più antica struttura, fu fatto demolire nel 1540 dal Duca di Nepi  Pierluigi Farnese per motivi di interesse strategico militari.
In tale occasione le reliquie di San Tolomeo furono traslate in una nuova chiesa eretta nel centro cittadino e ad esso ancora oggi intitolata. ( Il corpo di Romano sarebbe stato traslato nella Cattedrale).  I Padri Domenicani già dal 1533 avevano avuto la custodia del primitivo complesso, e nel corso del secolo XVII fino al 1720 ne curarono la ricostruzione. L’edificio molto semplice è a tre navate;  dall’ampio presbiterio quadrangolare scavato nella retrostante parete di tufo si accede alle catacombe di Santa Savinilla.