La Confraternita di S. Giuseppe al Duomo fu eretta da Gio. Antonio Mazzapiota nel 1718 circa.

Lo statuto da cui sono state rilevate le informazioni potrebbe risalire al 1734. Si pensa che la fondazione della confraternita sia avvenuta tra il 1715-1718.

Non esiste un atto di fondazione certo perché tutti i titoli riguardanti la confraternita furono distrutti nell’incendio subito dalla città di Nepi dalle truppe francesi nel 1798; in detto anno fu incendiato l’archivio della Curia ove si custodivano  i documenti delle confraternite. La confraternita fu aggregata alla Venerabile Arciconfraternita delle anime più bisognose del purgatorio il 02-04-1870 scopo della quale è l’esercizio di opere di pietà e di devozione con profitto spirituale dei fratelli l’intenzione dei quali nelle opere spirituali che faranno devono essere dirette alla lode e gloria di Gesù Cristo per i meriti e l’intercessione della beatissima Regina Maria e di San Giuseppe.

La confraternita deve celebrare la festa di S. Giuseppe e provvedere a cera e olio per l’altare del Santo e prendere parte alle Processioni d’uso.