…primi passi del cammino pastorale 2020/21

Atti degli Apostoli 2, 37-47
37-39
I credenti erano insieme…
Il “cuore trafitto” dalle parole di Pietro porta gli ascoltatori a chiedere: “Che fare?”. La risposta è la conversione e il battesimo in Gesù per la remissione dei peccati e il dono dello Spirito. Il risultato è la salvezza – una vita nuova sostenuta da 4 pilastri: l’insegnamento degli apostoli/la comunione dei beni/ l’eucaristia/la preghiera.

2, 37-47
Ora, avendo ascoltato, furono trafitti nel cuore e dissero a Pietro e agli altri apostoli: Che facciamo, uomini fratelli? Ora Pietro a loro:
Convertitevi, dice, e sia battezzato ciascuno di voi nel nome di Gesù Cristo per la remissione dei vostri peccati e ricevete il dono dello Spirito Santo. Per voi infatti è la promessa e per i vostri figli e per tutti i lontani quanti avrà chiamato il Signore vostro Dio. E anche con molte altre parole li scongiurava ed esortava dicendo:
Siate salvi da questa generazione distorta. Essi dunque, avendo accolto la parola, furono battezzati e si aggiunsero quel giorno circa tremila anime. Erano perseveranti
nell’insegnamento degli apostoli nella comunione nello spezzare il pane e nelle preghiere. Ora un timore c’era in ogni anima; infatti accadevano molti prodigi e segni. Ora tutti i credenti erano insieme e avevano comuni tutte le cose e le proprietà e le sostanze vendevano e le dividevano tra tutti secondo le necessità che ciascuno aveva e ogni giorno erano perseveranti unanimemente nel tempio e, spezzando il pane in casa, prendevano insieme il cibo con gioia e semplicità di cuore, lodando Dio e avendo favore presso tutto il popolo. Ora il Signore, ogni giorno, aggiungeva insieme i salvati.